L’aspirazione frustrata ad una democrazia onesta e ordinata

Davanti allo spettacolo offerto anche in queste ore dal parlamento, più simile ad un suk che ad corpo deliberante nell’interesse della Nazione, il nostro scoramento si riconosce nelle parole di Giuseppe Maranini, il quale denunciava ne “La Repubblica”  (1965) il persistente conflitto tra “l’aspirazione ad una democrazia onesta, ordinata, valida e il persistere di abiti mentali, di costumi, di leggi, residuo di un mondo arcaico confuso e corruttore”. Egli concludeva, e sembrano parole scritte oggi: “Dall’esito di questo conflitto dipende l’avvenire del paese, la sua possibilità e speranza di allinearsi in modo degno e stabile tra i paesi più civili e ricchi dell’Occidente”. Quel traguardo,  in parte raggiunto negli anni successivi con i frutti del benessere e la stagione delle riforme sociali, oggi è sempre più apertamente messo in discussione. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...