GIACOMO MATTEOTTI, SOCIALISTA MODERNO

Oggi ricorre un simbolico anniversario della morte di Giacomo Matteotti (10 giugno 1924).
Un socialista italiano atipico.
Riformista come Turati, e come lui culturalmente ben attrezzato, non parolaio. Ma, rispetto a Turati, leader d’azione, ben altrimenti brillante oratore parlamentare e polemista, battagliero e deciso, moderno nel modo di fare politica (eloquentissime le foto qui sotto)
L’Italia perse un uomo che – ammesso e non concesso che si possa fare la storia con i “se” – sarebbe stato un grande protagonista della transizione dalla dittatura alla democrazia. Essendo infatti nato nel 1885, nel 1946 avrebbe avuto sessanta anni, otto più di Togliatti, quattro in meno di De Gasperi.
Forse la storia della sinistra italiana – e non solo – sarebbe stata diversa, meno drammatica e anomala.

Come scrisse nel suo testamento politico, sapendo di andare incontro a probabile morte, “la mia idea non muore”,

Una fonte di ispirazione, ancora oggi

 

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...